Bio

“Se si sta in un gruppo serrato come fanno d’inverno le api e le pecore, ci sono vantaggi: ci si difende meglio dal freddo e dalle aggressioni. Però chi sta al margine del gruppo, o addirittura è isolato, ha altri vantaggi, può andarsene quando vuole e vede meglio il paesaggio. Il mio destino, aiutato dalle mie scelte, mi ha tenuto lontano dagli assembramenti”. (Primo Levi – L’altrui mestiere)

 

Sono nato nel 1968 a Bologna e dal 2012 vivo a Bolzano. Nelle altre pagine del sito trovate una sorta di curriculum giornalistico per immagini che necessita di una premessa: non amo lavorare in redazione. Ne ho frequentate solo un paio – come responsabile di un portale online di notizie e come direttore di un quadrimestrale culturale – ma sono giunto alla conclusione che non fa per me.
Per definire il quadro con maggiore precisione aggiungo che non ho praticamente mai incontrato i direttori dei giornali con cui ho collaborato. In alcuni casi non li ho nemmeno sentiti al telefono, mandavo e mando proposte e attendo/attendevo risposta.
Sono, quindi, un “free lance” (anche se in Italia vuol dire poco o niente) e mi rifaccio ad una semplice regola: accettare compensi anche miseri per fare cose che piacciono, esigere compensi molto più elevati per cose che non garbano. Ovviamente ha funzionato quasi esclusivamente la prima parte della regola.